UN BACIO COME IL MARE


SCIARE NELLE NUVOLE e UN BACIO COME IL MARE Sono i libri di Cristina Marzorati   L’esperienza della scrittura è un viaggio che ripercorre alcuni momenti della propria vita. I ricordi del viaggio sono emozioni e sensazioni, le quali si riflettono nella personalità dell’autrice.   Di seguito leggete le recensioni di entrambi i libri.   Un bacio come il mare La favola della Principessa Esmeralda La fantasia è la protagonista. Compagna di giochi ed energia per il cammino della vita. La fantasia è nelle persone sensibili, nei bambini come negli adulti. La fantasia conserva la percezione della realtà. Non si confonde con essa. Nella meravigliosa tenuta di Rocca di Pace, a picco sul mare, vive la Principessa Esmeralda, unica bambina in un mondo di adulti. A causa di vicende avverse deve trasferirsi in città e conoscere realtà nuove. La fantasia sarà sua compagna di vita e sarà la via per ritrovare un affetto perduto. Il cane Otto e la gatta Nera introducono gli episodi con brevi dialoghi dal linguaggio semplice e adatto anche alle prime letture dei bambini. I più grandi continueranno poi nella lettura della favola, piacevole e avvincente. Recensioni LA FANTASIA DI ESMERALDA Settimanale pinerolese "Monviso" del 25 gennaio 2013  Dopo “Sciare nelle nuvole” nel 2010 Cristina Marzorati ci offre un altro delicato romanzo dal titolo “Un bacio come il mare” (pagg. 115 Euro 12,00) Editrice UNI Service.  Questa volta si tratta di una lettura per bambini, ma di cui potranno trarre vantaggi anche gli adulti che la leggeranno a figli, nipotini, alunni o per se stessi. Un cane che stringe amicizia con una gatta, una bellissima tenuta a Rocca di Pace a picco sul mare, una bambina, la Principessa Esmeralda, attorno alla quale si svolge la vicenda che naviga sulle ali della fantasia, ma con tratti molto attuali: il trasferimento in una città, la perdita delle proprie radici di origine, le difficoltà di inserimento nella nuova realtà. Come tutte le fiabe, è a lieto fine, ma il racconto non manca di varie chiavi di lettura e spunti di discussione, per cui non si può definire “solo” un romanzo per bambini. Le emozioni, gli affetti, i valori umani sono al centro della scena e faranno riflettere molto gli adulti. Molto accattivante anche la grafica e non da meno la copertina tratta dall’originale pannello in tela patchwork di Nicoletta Rocca www.macheidea.it. Un libro da leggere assolutamente, col quale emozionarsi e lasciarsi andare a sognare ad occhi aperti per regalarsi davvero un bacio come il mare! Acquistabile nelle migliori librerie o richiedibile sul sito dell’editore. Nadia Sussetto   Recensioni GLI AMICI DI ESMERALDA  "LA VOCE dell'Accademia del pizzocchero di Teglio" luglio-settembre 2012 La principessa Esmeralda, unica bambina in un mondo di adulti, è la protagonista di questo breve romanzo per ragazzi di Cristina Marzorati, dottore commercialista nata a Cantù ma residente dal 1994 in Valtellina con la passione dello scrivere. Nel 2010 aveva pubblicato il suo primo romanzo “Sciare nelle nuvole”, in parte autobiografico. “Un bacio come il mare” vuole essere un omaggio affettuoso a tutti i bimbi che la chiamano zia e porta al centro la fantasia, che per l’autrice “deve essere compagna di giochi ed energia per il cammino della vita”. Esmeralda, per una serie di vicende avverse, deve lasciare la meravigliosa tenuta di Rocca di Pace e trasferirsi in città dove conoscerà nuove realtà, incontrando sulla sua strada personaggi come la Nonna Diamante, il cugino Nico e Topo Lampo. La fantasia sarà la sua amica migliore e la via per ritrovare un affetto perduto. Sono il cane Otto e la gatta Nera ad introdurre gli episodi con brevi dialoghi dal linguaggio semplice e adatto anche alle prime letture dei bambini, stampati in caratteri opportunamente grandi. E’ un invito a leggere insieme, grandi e piccini, una favola piacevole ed avvincente.     SCIARE NELLE NUVOLE Recensioni SCIARE NELLE NUVOLE di Cristina Marzorati   Cristina Marzorati è una di noi e con questo suo primo libro ci regala un'occasione per riflettere sulla ricerca di un senso anche quando un senso non c'è. Rabbia, dolore, riflessione, serenità : questi sono i veri protagonisti del libro " SCIARE NELLE NUVOLE" . Anika, Margherita, Luca, Fabio, Gianni, la nonna Giò, Alessandro, Tina sono i nomi dei personaggi le cui vite sono narrate tramite brevi ma significativi aneddoti, in modo molto coinvolgente. Il linguaggio utilizzato è limpido, scorrevole e arricchito da similitudini e metafore che ci offrono immagini suggestive e rendono la lettura molto piacevole. Leggendo questo libro si sente la necessità di sottolineare molte righe che lo compongono perchè scopriremo come i pensieri dell'autrice e le sue emozioni siano anche i nostri pensieri e le nostre emozioni e scopriremo come lei riesce ad esprimere quel "qualcosa" che noi non riusciamo. Pagina dopo pagina si ravvisa chiaramente la necessità di scrivere dell'autrice , perchè ne sente semplicemente il bisogno, perchè si augura che qualcuno l'ascolti, perchè scrivere servirà a curare qualcosa dentro o perchè riporterà in vita qualcosa..... Ed è così che anche noi sentiremo il bisogno di " uscire dalle convenzioni" di provare " una sensazione di leggerezza, di apertura alla vita, di ottimismo e di libertà nei sentimenti e nelle relazioni umane". "Ciascuno si augura una lunga vita.......ma l'importante è augurarsi una buona vita". Io vi auguro una buona lettura perchè leggere è bello oltre che importante.   Erica Volontaria della Biblioteca di Bormio.     Recensione Settimanale piemontese "Monviso" – 24 giugno 2011 Sciare nelle nuvole – Il primo romanzo di Cristina Marzorati DEDICATO ALLA NONNA GIANNINA La recensione che pubblichiamo è il primo romanzo di Cristina Marzorati, dedicato alla nonna Giannina perché “ispirando queste pagine, Lei mi ha condotto per mano in un viaggio tortuoso e necessario all’interno della mia persona, nella mia intimità”. Ma non è solo un romanzo, sono riflessioni sulla vita, sul significato di essere donna al giorno d’oggi, sul non sentirsi come le altre donne per il fatto di avere assolto a tutti i “doveri” tranne a quello di essere madre. È una filosofia di vivere e percepire ogni evento come un tassello che va a formare il mosaico della nostra esistenza. È un romanzo dentro al romanzo, una bambolina russa che aprendola ne fa uscire un’altra al suo interno, un’altra sfaccettatura, un altro aspetto, perché ognuno di noi lascia una traccia diversa in ogni persona che ci ha conosciuto. È anche un percorso catartico nel quale la scrittrice riesce a elaborare un disagio, un senso di colpa, di mancata completezza, che conduce per mano il lettore, offrendo a sua volta una modalità per elaborare egli stesso un lutto verso qualche aspetto di sé irrealizzato o non accettato. Un libro particolare, scorrevole, che cattura per la sua immediatezza e per il carattere colloquiale dell’esporre il proprio pensiero, da portare sicuramente con sé in vacanza per evadere, rilassarsi e riflettere al tempo stesso sulla propria vita.                                                                                     Nadia Sussetto     Recensione Titolo TESTARDA E LIBERA Ho conosciuto la scrittrice Cristina Marzorati nell’occasione della presentazione del suo libro “Sciare nelle nuvole” presso la biblioteca di Bormio. Ho scambiato con lei solo poche parole ma sono bastate per alimentare la mia curiosità nella lettura dei suoi due libri “Un bacio come il mare” che narra la favola di Esmeralda ed è indirizzato ad un pubblico di bambini e “Sciare nelle nuvole”. Il libro è una raccolta di episodi che narrano alcune esperienze vissute dalla protagonista in un susseguirsi di emozioni, sensazioni e stati d’animo contrastanti. Il linguaggio ricco di particolari e profondo scava nell’intimità e mette in luce i veri sentimenti. È un viaggio introspettivo che rivela una grande passione per la lettura e per i libri: nel libro si legge: “la mia sala di lettura è affascinante, è l’espressione del mondo: disordinato, con regole a volte rispettate a volte infrante, con persone vanitose e presuntuose e con persone umili e forti”. Dal ritrovamento di un manoscritto dal titolo “Sciare nelle nuvole” sul banco di una bancarella di un uomo di circa 60 anni, dalla barba bianca lunga e ben curata, dall’aria di un letterato magari un filosofo, scaturiscono una serie di racconti che tratteggiano la figura della donna della società, il suo ruolo e le sue contraddizioni. Parla della nonna Giannina, alla quale è dedicato il libro, ricorda gli ultimi anni della sua vita e ripercorre alcuni momenti trascorsi con lei durante l’infanzia. In un altro episodio parla di sé come una donna testarda e libera: “difficile dire quanto si è liberi veramente… quanto le proprie convinzioni siano influenzate dalle convenzioni, dalle tradizioni, dagli insegnamenti ricevuti, dall’ambiente in cui si vive”. Parla di Luca, di Gianni, di Fabio, di Carla, di Tina, di Alessandro per proporre attraverso le proprie esperienze, momenti di riflessione su varie tematiche della vita. È un libro che affascina per i contenuti e coinvolge per il linguaggio ricercato, chiaro e ricco di particolari. Un consiglio: buona lettura! Beatrice Bellotti Presidente Commissione cultura del comune di Bormio  

Un bacio come il mare , Sciare nelle nuvole

Catalogo

Catalogo Edizioni del Faro

È disponibile, in diversi formati, il catalogo di Edizioni del faro.

Scarica il catalogo
Resta aggiornato

Vuoi rimanere informato su tutte le novità di Edizioni del faro?

Seguici