9788855120203.jpg


2019
Pagine 140
Formato cm 14,8 x 21
ISBN: 9788855120203
Categoria: Gialli e Fantasy

Avventure di un investigatore part-time



Ci sono periodi in cui il titolare dell’agenzia investigativa, non si fa sentire per settimane. Di solito succede d’inverno, ma d’estate e ancora più in primavera, si risvegliano i sensi di mariti e mogli che svolazzano come api eccitate di fiore in fiore, cercando nuove fragranze. E il nostro “investigatore a chiamata”, come abile apicoltore, coglie il miele cercando di non farsi pungere. E a volte lo raccoglie da più arnie, soffiando affumicatori per rimanere invisibile, cercando di calmare le api. Lunghe attese, tortuosi inseguimenti e letture profonde si intrecciano agli scatti fotografici di una società vista con l’occhio discreto del protagonista, il quale sarà per sempre “riconoscente verso i libri, gli autori, gli editori, le librerie, la carta, ma soprattutto verso gli alberi” che lo hanno accompagnato e aiutato a sopravvivere, quasi quanto la musica.


13,00

Recensioni

da il 27/10/2019
Finalmente un libro che restituisce la voglia di leggere, storie ben costruite, solidamente reali, rese fascinose dalla capacità dell'autore di descrivere situazioni, atmosfere e comportamenti in modo magistrale. Niente è banale, niente è superfluo, la scrittura è nitida e rimanda immagini che si stagliano vivide davanti agli occhi del lettore, evocando nel contempo stati d'animo sentimenti e pensieri del protagonista. Il racconto è delicatamente pervaso di riflessioni, citazioni letterarie e musicali, osservazioni, come altrettante annotazioni su uno spartito suggeriscono il tono della narrazione e il suo colore. Sono racconti che ho voglia di tenere a portata di mano per rileggerli, uno alla volta e assaporare tutti i gusti che contengono.

da il 23/10/2019
L'investigatore non é certo una professione facile: lunghe guardie e lunghe attese negli ambienti assegnati che sembrano non finire mai. Notti insonni, intercalate talvolta da letture di libri, per non crollare nella stanchezza e nel sonno. Racconti accaduti che ti portano durante la lettura a immedesimarti in una realtà veramente avventurosa. L'autore con i continui colpi di scena, di ogni singolo episodio, ti avvince totalmente tanto da rimanere con il fiato sospeso e, quindi il forte desiderio di concludere velocemente il libro. È per questo che ne consiglio caldamente la lettura.

da il 10/10/2019
Quella sere mi ero detto : comincio a leggerlo magari solo un paio di capitoli e poi dormo che ho avuto una giornata pesante e invece l’ho letto tutto d’un fiato. Ti senti coinvolto con il personaggio, con i casi umani, con sapore a volte dolce, altre amaro, con le loro meschinità e con ……….. della vita. Vivi con lui le lunghe e monotone ore di attesa ma anche l’remozione di concludere il caso e l’umorismo di alcune situazioni .

da il 09/10/2019
la pietas e la melanconia del private eye accompagnano la robusta scrittura di Alain Della Savia che ci consegna gli scarti narrativi e i frequenti cambi di passo del racconto di razza. Lì il balletto meccanico della sfilata, la paranoia un po demente del pedinamento della bella ragazza, ma, soprattutto, è la notte nella villa in collina dove echi dell'horror padano di Pupi Avati e le voci bambine di Dario Argento si compongono in una piccola gemma.

da il 08/10/2019
Il libro è molto piacevole; gli ingredienti sono tanti e sapientemente mescolati dalla sensibilità dell'autore. Un mestiere quasi sconosciuto che si svela pian piano. Un uomo che affronta la vita e le sofferenze degli altri con pazienza, sacrificio e dedizione. Piacevole il richiamo alle letture che lo hanno accompagnato nella vita e durante le lunghe notti a combattere le zanzare. L'ho bevuto tutto d'un fiato e ora.......mi aspetto un seguito.....

da il 07/10/2019
Raramente mi è capitato di leggere un libro e venire rapito dall’incalzare degli avvenimenti tanto da non rendermi conto del passare delle ore e accorgermi che mi ero dimenticato di preparare il pranzo per mio figlio solo nel momento che è rincasato! Interessante, coinvolgente appassionante un libro che in più di una occasione mi ha fatto pensare che non mi era capitato niente di così avventuroso, un po’ di invidia non la nascondo.

da il 07/10/2019
Tra cronaca e noir … ecco queste due parole , sono quelle che userei se dovessi sintetizzare questo piacevolissimo libro. Non è sicuramente uno di quelli che suona il campanello ma è uno di quelli che bussa discretamente alla porta della tua libreria e poi come un vecchio amico, prendendoti sottobraccio ti accompagna di capitolo in capitolo. L’autore/protagonista con un certo aplomb, condisce la realtà con atmosfere gialle, un pizzico di avventura e con la potente amalgama della leggerezza narrativa. Un libro non dai sapori forti ma da gustare nelle sue sfumature.

da il 05/10/2019
Che effetto fa sporgersi sulle vite degli altri e seguirne le tracce in punta di piedi e maniera silente e quasi invisibile? Vie sotterranee in cui si nascondono e esprimono parti private e non facili da svelare e luoghi da difendere da sguardi indiscreti o troppo interessati... Tasselli di puzzle per ricomporre storie sottopelle difficili da narrare... Nei racconti del nostro Investigatore Part-time, giorno e notte si confondono così, come luci e ombre, come ironia e suspence ed è impossibile non farsi conquistare dalle storie dei personaggi intrecciate alla trama di introspezioni e citazioni di letture amiche, amanti fedeli dell’autore... Sicuramente un libro che ti si svela nella lettura...ti muove simpatia e curiosità...e ti accompagna tra luci e ombre della profondità dell’animo umano...

da il 04/10/2019

Complimenti all'autore; libro molto avvincente che si deve leggere tutto in una volta, sfatando anche il mito, creato dalla tv, dell'investigatore. Da queste pagine si denota la sensibilità di chi le scrive, sia per la discrezionalita usata nel descrivere i casi, sia per la passione per la musica di Chopin. Aspettando i prossimi racconti......


da il 04/10/2019
Libro di piacevole lettura, tanto che in qualche momento sembra di stare al posto del narratore, da leggere tutto d'un fiato, magari di notte tanto per ritrovarsi proprio immersi nelle varie storie raccontate, con leggero scrupolo di momenti che via via si susseguono in un racconto che rapisce l'attenzione facendo incalzare l'interesse di finire in una scorpacciata tutto il libro. Decisamente da leggere, aspettando il seguito.

da il 03/10/2019

Questa professione suscita sempre molta curiosità ,la lettura di questo libro ti coinvolge fin dalle prime righe, storie vissute in prima persona dallo scrittore il quale con grande capacità e sensibilità riesce a trasmettere al lettore sensazioni emotive spesso sconosciute. Bello, leggero, coinvolgente al punto da leggerlo tutto d’un fiato.


da il 02/10/2019
Racconti reali di una professione semi sconosciuta narrati con semplicità e scorrevolezza. All'autore, che li ha vissuti in prima persona, va riconosciuta la capacità di far comprendere al lettore la grande professionalità richiesta in questo mestiere ma anche la profonda umanità necessaria a fargli operare le scelte giuste, a volte molto difficili e che possono avere effetti determinanti nella vita delle persone. Il tutto condito da un sano senso di umorismo e autocritica! Da leggere tutto d’un fiato...

da il 02/10/2019
Dettagli . Sono i dettagli che fanno la differenza in un libro e l’autore mi ha convinto perché in prima persona conosce ciò che scrive . Non vedo l’ora che esca il prossimo .

da il 01/10/2019
Molto bello e interessante viaggio nella scoperta di situazioni intriganti con cui si scontra nel suo lavoro un investigatore. Complimenti all’editore che a saputo rendere avvincenti gli avvenimenti accaduti facendo capire che l’investigatore non è una professione così semplice come tanti pensano. Lettura scorrevole e molto piacevole che incita a scoprire quello che accadrà nei racconti successivi.

da il 01/10/2019
Un'investigatore fuori dagli schemi, che conduce per mano il lettore in situazioni a volte strane, coinvolgenti ma reali e stuzzica la voglia di conoscere quello che accadrà nelle pagine successive. Ottime le citazioni letterarie che danno sapore alle storie raccontate. Degna di nota la professionalità del protagonista e l'ottimo rapporto che lo lega alla sua inseparabile S&W, fedele amica nei potenziali momenti del bisogno...

da il 01/10/2019
"James Bond spostati che qui facciamo sul serio" questo potrebbe essere il titolo della mia recensione :) Sono sempre stato appassionato di gialli-thriller-spionaggio ma non mi era mai capitato di leggere un vero report su azioni investigative reali! Aspettiamo la seconda parte!

da il 01/10/2019
E’ un libro da leggere d’un fiato, di notte, che è il contorno ideale - con gli occhi via via più rossi e pesanti - per entrare negli ambienti e atmosfera delle lunghe guardie, che sembrano mai finire per chi le vive, e portano invece a una spirale di velocità chi legge. In cui si riconosce la stanchezza che schianta, quando verso le cinque si vorrebbe solo abbandonarsi al sonno e si agisce per automatismi sui quali non c’è quasi più controllo, e dei quali resterà una memoria vaga . Col gravare d’inverno del freddo, che viene da dentro senza che i vestiti ne proteggano. O d’estate l’inganno di una luce che ancora non prelude alla fine. Coi libri o internet o un taccuino, che danno in principio il sapore della libertà alle pause o intervalli fra un giro e un intervento, che il privilegio di gestire da padrone promuove da responsabilità a potere, esteso fin quasi al buio e al silenzio solo perché esclusivi, se non proprio preclusi per gli altri. Finché il caffè non dia più conforto, né il dolce o il cioccolato più interesse, gli oggetti desiderio, ma solo si vorrebbe dormire senza contatti con l’umanità che si sveglia e con cui nulla si ha in comune in un incrocio temporaneo di opposti. Si legge d’un fiato, è come la fotografia: non è il soggetto di per sé, che magari è noto o sotto gli occhi di tutti; ma l’inquadratura, il taglio, la luce; l’attimo di coesistenza di un’ombra un oggetto un animale o un uomo che non vi appartengono, e ne danno per un istante in quell’istante una realtà diversa e emozionante. Che è riportata come tale, senza la presunzione di un giudizio, che sa fermarsi sul confine del rispetto, della coscienza dell’imperfezione umana, o del limite oltre il quale la conoscenza aumenterebbe il dolore. Per libertà di scelta, e non per sottomissione o debolezza di chi può lasciarsi trattare da pivello sapendo di potere agire “da carogna”, e astenendosene di fronte a chi non ha nemmeno la statura di avversario. Immagini che si susseguono rapide, senza cedimento di tensione né vuoti da riempire, coinvolgendo, ma senza stancare. Con qualche citazione che potrebbe apparire di troppo, se fosse ostentazione di cultura invece che tributo onesto e offerta di condivisione. Con qualche minimo incaglio letterario, come l’impuntamento lieve di una parte meccanica, che una lucidatura potrebbe eliminare, ma la cui presenza è forse invece caratteristica di una personalità che vuol essere tale, come la corsa o precorsa di un grilletto che spara bene così, per chi l’ha regolato esattamente in quel modo.

da il 01/10/2019
Lettura scorrevole e piacevole. Una prospettiva diversa, umana ed intima, di una realtà che tendiamo a identificare in genere con stereotipi del cinema e della narrativa.

da il 01/10/2019
Racconti molto realistici e non frutto di fantasia. Lettura scorrevole e letto tutto di un fiato, ti porta ad immedesimarti in una realtà avventurosa e realistica

da il 01/10/2019
La trama ha un buon ritmo avventuroso che appassiona il lettore conducendolo in situazioni intriganti. Le citazioni letterarie creano un ponte con altri mondi di uguale respiro emotivo.

Catalogo

Catalogo Edizioni del Faro

È disponibile, in diversi formati, il catalogo di Edizioni del faro.

Scarica il catalogo
Resta aggiornato

Vuoi rimanere informato su tutte le novità di Edizioni del faro?

Seguici