9788865371619.jpg


giugno 2013
Pagine 116
Formato cm 14,8 x 21
ISBN: 9788865371619
Categoria: Politica e Società

Aree Marginali Italia

Laboratorio di opportunità



“Sta per partire in Puglia uno dei più spettacolari progetti del dopoguerra”. Presentano più o meno in questo modo i giornali del 1982, un progetto effettivamente rivoluzionario: impresa e pubblica amministrazione insieme per la “Salvaguardia idrogeologica”, per trasformarla da semplice tutela a motore di sviluppo. Un progetto fortemente voluto da Giuseppe Medici, mattatore della “Conferenza nazionale sulle acque” (1969-1972); sua l’idea di creare subito 6/10 mila “laghetti collinari” per il controllo delle acque, 70 mila occupati subito, e di dare il via allo sviluppo delle “aree marginali” (antesigno della smart-city!).
Vi furono adesioni importanti: imprenditori, politici e banchieri. Il governo stanziò 2.500 miliardi, ma le amministrazioni pubbliche non riuscirono a mettere in piedi i progetti, gli stanziamenti vennero con il tempo cancellati, il sogno di Medici rimase nel cassetto. Dalla conferenza del 1972 nulla è cambiato sulla questione suolo/acque/dissesto.
Questo libro non è solo testimonianza, è un attualissimo manuale: potrebbe essere adottato da qualsivoglia governo, visto che all’orizzonte scarseggiano progetti adeguati tecnicamente a ricostruire lo sviluppo e l’ottimismo della nazione.

E-book

Acquisto e-book nella versione ePub     Acquisto e-book nella versione mobi

 


12,50

 

Recensioni

Non ci sono ancora recensioni.
Resta aggiornato

Vuoi rimanere informato su tutte le novità di Edizioni del faro?

Seguici
Ultimi premi letterari

Vuoi vedere quali libri hanno vinto?

Vai ai premi