Emanuela Casoni

Emanuela Casoni


Emanuela Casoni è nata nel 1975, vive con la sua famiglia in un piccolo paesino tra le suggestive colline matildiche dell’appennino reggiano. E’ prima cosa mamma, mamma innamorata delle sue tre meravigliose creature, Angelica, Leonardo e Francesco, la sua più grande fonte di ispirazione. Lettrice appassionata fin da bambina, si dedica da adulta, alla letteratura per l’infanzia diventando poi lettrice volontaria di “Nati per leggere” , progetto nazionale di promozione della lettura ad alta voce fin dai primi anni di vita. La sua formazione artistica può definirsi poliedrica: incontri formativi, corsi di specializzazione, workshop di storytelling e fiabaterapia hanno delineato in lei la figura di lettrice espressiva. Emanuela è molto creativa, curiosa, ama disegnare, ha seguito diversi corsi di illustrazione presso Sàrmede “Il paese delle fiabe” tenuti dai più famosi illustratori di letteratura per l’infanzia e corsi professionali d’arte e immagine, riconosciuti dal MIUR . E’membro di un’associazione che promuove attività e progetti per le scuole, per le quali ha condotto diversi corsi di lettura ad alta voce e tecniche di lettura espressiva. Conciliando il suo lavoro a quello di mamma, è sempre alla ricerca di nuovi stimoli per migliorare ed arricchire le sue competenze, continua tutt’oggi con impegno sempre nuovo, un cammino di crescita creativa e formativa. Un’altra sua grande passione è la fotografia, ha partecipato a diversi concorsi e mostre . Il suo interesse si è sempre focalizzato sulla natura, con i suoi magici scenari, alla continua ricerca di scatti inusuali, dettagli nascosti. Con l’arrivo del suo terzo figlio, la sua attenzione si è spostata sul piccolo di casa; ha iniziato a fotografare il suo bambino ispirandosi alle splendide opere di Anna Geddes e alla fotografa Adele Enersen che ritraeva la sua piccola bambina mentre dormiva. E’ nata così la curiosità di sperimentare idee simili unendo la magia delle fiabe a quella della fotografia iniziando un viaggio onirico attraverso la fantasia. Con oggetti presi in prestito dalla vita quotidiana, stoffe colorate e molta immaginazione, ha creato dei veri e propri set fotografici fiabeschi e si è sbizzarrita, giocando con il suo bambino alquanto divertito, a ritrarlo immerso in questi magici scenari. Da qui prende forma il suo primo libro “Vorrei essere…” Emanuela inizia a scrivere storie per gioco, storie inventate per i suoi bambini, parole buttate di getto su un foglio con una matita colorata e che rimangono in un cassetto…il cassettone dei sogni, dove riponiamo le foto da bambina, il primo dentino caduto ; frammenti di vita che profumano d’infanzia. “Penso sia stato l’amore per i libri, l’emozione che le parole mi suscitano mentre uscendo dal libro prendono forma, la meraviglia che si rinnova di storia in storia, a farmi venire voglia di scrivere . Quella meraviglia che leggo ogni volta nei grandi occhioni spalancati dei bambini che mi chiedono “Ancora! un’altra storia!” . La lettura ha stimolato e liberato questa forte passione che custodivo in me già ai tempi delle storie chiuse nel cassetto dei sogni e che ora hanno trovato lo slancio di uscire ed essere ascoltate…”

Vai al blog dell'autore
 
Libri dell'autore
Resta aggiornato

Vuoi rimanere informato su tutte le novità di Edizioni del faro?

Seguici
Ultimi premi letterari

Vuoi vedere quali libri hanno vinto?

Vai ai premi