recensione 28/8/2020 da Recensioni per Esordienti



Se lo sguardo è da un oblò

Posted on 28 Agosto 2020 by MARCO

«Ho visto più di quanto pensavo / di poter vedere…

Ho amato più di quanto pensavo / di poter amare…»

Questa, a nostro parere, la sintesi estrema e più pertinente circa la silloge di poesie di Ornella Gatti.

In scritti cesellati nel corso di anni, la scrittrice prova ad imprimere su carta emozioni labili, fugaci, effimere eppur pregnanti e incommensurabilmente vere; un tentativo difficile, se l’elemento principe, sostrato della raccolta, è proprio l’acqua infinita e salata del mare, elemento mutevole ed inadatto ad essere “fermato”.

Pure, dai lemmi semplici, epurati del superfluo e del non necessario, spira una brezza leggera che sa di spazio, di aria, di orizzonti inesplorati o forse solo lambiti.

Se lo sguardo è da un oblo’ in tal senso propone una visione volutamente angolare, soggettiva, un punto di partenza circoscritto che immagina più che vedere, che allude più che descrivere; al contempo, l’oblò evoca un “porto sicuro”, discreto, protetto, in qualche modo “distante” che consente di richiamare senza aver la pretesa né la volontà di cogliere l’universalità delle cose.

«Indubbia è la partenza / ambiguo il ritorno» recita altrove l’autrice, sospinta da un anelito di libertà, pur contestualmente bisognosa di un “bozzolo” che la schermi proprio da quel senso di infinito che l’attrae e ugualmente la respinge, come in un vortice in cui forza centrifuga e centripeta sono in perfetto equilibrio.

Poesie sulle onde di emozioni, ora marosi, ora bonacce; sempre, tuttavia, ricezione e restituzione di vita vera, di vita pura.



Ornella Gatti

Catalogo

Catalogo Edizioni del Faro

È disponibile, in diversi formati, il catalogo di Edizioni del faro.

Scarica il catalogo
Resta aggiornato

Vuoi rimanere informato su tutte le novità di Edizioni del faro?

Seguici
Ultimi premi letterari

Vuoi vedere quali libri hanno vinto?

Vai ai premi