Perle di saggezza su cosa ci sia di importante nella vita

rfKSQuYd4iVErp9Wxw8XE9UOpTY7XsB0c5dXFR5s.jpg


Abbiamo già affrontato argomenti simili nelle "favole da tavola". Del resto non si tratta di una semplice raccolta di favole: è più una collezione di ricordi di famiglia e di esperienze. Questi temi, quindi, non possono che tornare, più e più volte.
Cosa c’è quindi di importante nella vita?
Ognuno di noi ha, ovviamente, una visione propria anche se, credo, fornire una risposta sincera, onesta e completa a questa domanda sia più complesso di quanto sembri a prima vista. Certo perché dovremmo chiederci prima cosa sia importante per ognuno di noi: la famiglia? il successo in ambito lavorativo? il denaro?
E poi dovremmo ordinarlo in base alla nostra scala di valori.

Attenzione: ognuna di queste risposte, se la analizzerete, rischierà di diventare un universo di sottili distinzioni.
Prendiamo il denaro: quanto ce ne serve? Tutti risponderemmo tanto, d’accordo. Ma se ci chiedessero quanto effettivamente ci servirebbe per vivere come vogliamo, sapremmo rispondere?

Oltretutto quello che per noi è importante a vent’anni non è detto che sia lo stesso poi a quaranta o ottanta. Insomma, i nostri parametri “crescono” e “maturano” con noi.

Per fortuna ci viene in aiuto nonno Giovanni, con il suo motto piemontese. Quando qualcuno si domandava cosa fosse necessario nella vita la sua risposta era:

La salute,
la valute,
e la cròta piena ‘d bote[1]

 

Come vedete, sintetizza una scala di valori in cui poi tutti ci ritroveremmo.
La salute è fondamentale, credo che concorderete.
Poi abbiamo bisogno di una certa solidità finanziaria e per finire… beh, un po’ di sano divertimento!

Altrimenti che vita sarebbe?

 


[1] La salute / il denaro / la cantina piena di bottiglie


Giuseppe Casella

Resta aggiornato

Vuoi rimanere informato su tutte le novità di Edizioni del faro?

Seguici
Ultimi premi letterari

Vuoi vedere quali libri hanno vinto?

Vai ai premi