Lina Lombardo

Lina  Lombardo

Lina Lombardo, nata a Torrenova di S. Marco d’Alunzio (ME), all’età di tre anni si trasferisce con la famiglia in Argentina, a Buenos Aires, dove studia e si sposa con un argentino. Ritorna in Italia e si trasferisce a Siracusa. Si laurea in Lingue e Letterature Straniere Moderne. Dal 1988 fino al 2012 è esperta linguistica di Spagnolo presso la Facoltà di Lettere e di Lingue dell’Università di Catania. È scrittrice di racconti brevi e di poesie con i quali ha ottenuto numerosi riconoscimenti. Nell’ambito dell’università, pubblica diversi articoli di carattere scientifico, così come nel campo della didattica e della letteratura. È stata finalista, con altre due colleghe, del IV Premio Cristóbal de Villalón, per il lavoro dal titolo Lengua, interculturalidad y vitalidad, Universidad de Valladolid, 1 luglio 2009. Ha pubblicato, nell’ottobre 2009, un articolo dal titolo Amores, bucolismo y misterio en La Arcadia Etnea de Candido Panebianco e una poesia intitolata Al Maestro. Studi in onore di Candido Panebianco, offerti da colleghi e allievi di Ispanistica dell’Università di Catania. Per questi lavori ha ricevuto il consenso del Prof. Giuseppe Bellini dell’Università di Milano (vedi Notiziario n. 35), febbraio 2010.

“[…] lo slancio d’immaginazione che le viene dal contatto con l’Argentina, che è la nuova frontiera del sud europeo, quanto lo sono gli Usa per la parte anglosassone”.
“C’è molto di Buenos Aires in quest’invocazione del Tango che è molto più di una danza, o meglio, è La danza della vita, con i suoi ardori, i languori e le tristezze improvvise”.
Marco Delpino e G. P. Prassi.

Rassegna stampa

Calendario eventi