La disuguaglianza fa male

La disuguaglianza fa male

Manuale di sopravvivenza democratica

Lo stato partitocratico si sviluppa in Europa con la caduta delle monarchie assolute, come conseguenza delle rivoluzioni settecentesche, causate dalla cultura illuminista che denunziava le ingiustizie e l’oppressione dei popoli, gravati dal privilegio e immiseriti dalle tasse.
Il Liberalismo prometteva ai popoli la libertà e il socialismo s’impegnava nella realizzazione della giustizia.
Il governo dei partiti è miseramente fallito; una verità, questa, ampiamente dimostrata dalla storia. La rappresentanza popolare, infatti, non ha eliminato il privilegio e nemmeno il peso eccessivo delle tasse, che ancora affliggono i paesi europei, vanificando ogni promessa di giustizia e di libertà.
La causa? Il potere schiavizza i popoli e trascura le loro aspirazioni di libertà e di giustizia.
L’autore spiega perché lo stato-padrone, legittimato da un potere inutile e ormai anacronistico, impedisce il progresso dei popoli.

2017, pagg. 128, cm 14,8 x 21
ISBN: 9788865375181
Categoria: Politica e Società
Tag:
€12,00