La coscienza ambientale per migliorare la gestione del sistema pesca

La coscienza ambientale per migliorare la gestione del sistema pesca

Azioni di accompagnamento

D’altronde come ho già detto in altre pubblicazioni, l’uomo è natura, ne fa parte e per questo non se ne può distaccare quando si tratta di ordinare le sue attività, in particolare quelle economiche. Esse possono essere regolate solo dai principi che governano la natura e la sua evoluzione.
L’Economia è fondamentalmente l’attività umana, che attraverso il lavoro, modifica l’ambiente circostante, per ricavarne prodotti e servizi che hanno la funzione di risolvere i bisogni umani.
Pertanto la tesi che è stata dimostrata dalla ricerca e dalle attività derivate dal piano esecutivo della pesca di questa associazione, è che solo attraverso la cooperazione di tutte le parti del sistema complesso della pesca, può esser impostata la questione della permanenza nel tempo degli ecosistemi marini così come li apprezziamo oggi, in termini quantitativi e qualitativi, con la loro contestuale utilizzazione da parte dei pescatori e di tutta la filiera ittica, come risorsa economica primaria, che risolve l’interesse diffuso dei cittadini, a una buona alimentazione per la loro salute.
Per raggiungere questo risultato che unisce le due sostenibilità, c’è bisogno di realizzare un nuovo ordine e un cambio di priorità. Questa rivoluzione presuppone la nascita nei cuori e nelle menti dei pescatori e di chi li rappresenta di una nuova coscienza ambientale.

2018, pagg. 88, cm 14,8 x 21
ISBN: 9788865376522
Categoria: Diritto ed Economia
Tag:
€14,00